Discussione:
Server VoIP ... per Guadagnare
(troppo vecchio per rispondere)
Krauss
2008-03-28 16:49:02 UTC
Permalink
Ciao a tutti,
consigliando a destra ed a manca i vari servizi voip, specie di eutelia e
betamax, mi rendo conto che non ci guadagno niente se non la vendita
dell'ATA. Poi le rotture al telefono, poi non ci capiscono e poi e poi.

Avevo pensato di prendere un server in housing e metterci un asterisk o
simile che combinando intelligentemente vari account betamax ed eutelia
escano rispettando un dialplan corretto, stilino un rapporto spese per ogni
singolo interno collegato ed in automatico faccia un conto spese da
fatturare IO direttamente al cliente con il mio guadagno. Adesso ho solo 4/5
aziende che usano eutelia con un pap2 diretto o collegato ai centralini
esistenti. Si fanno le ricariche da soli ed una di queste aziende è passata
ad un abbonamento fisso con ADSL e 4 linee. Ed io CICCIA.
Quindi rendendomi conto che perdo solo tempo, non promuovo più questa cosa
del Voip. Ovviamente se ci guadagnassi inizierei a riproporla
massicciamente.

E' possibile fare una cosa simile? Housing a parte, quanto mi costerebbe
realizzare il sito (a cui accederei soltanto io come amministratore per
registrazione nuovo interno, impostazione tariffe diverse per interno a cell
e fissi, stampa del rapporto spese per ogni interno) e far configurare un
asterisk (o simile) per fare quanto detto?

Ciao.
Virgilio Lattanzi
2008-03-28 23:26:29 UTC
Permalink
Post by Krauss
Adesso ho solo
4/5 aziende che usano eutelia con un pap2 diretto o collegato ai
centralini esistenti. Si fanno le ricariche da soli ed una di queste
aziende è passata ad un abbonamento fisso con ADSL e 4 linee. Ed io CICCIA.
Quindi rendendomi conto che perdo solo tempo, non promuovo più questa
cosa del Voip. Ovviamente se ci guadagnassi inizierei a riproporla
massicciamente.
Ci guadagni se la proponi non come soluzione per risparmiare,
ma per aumentare la produttività dell'azienda. Se devi mettere
un ATA per collegarlo ad un centralino tradizionale,
lascia perdere. Stai facendo passare la voce dal backbone
su IP di TelecomItalia a quello di Eutelia. Per fare cosa ?

La telefonia IP nelle aziende ha senso se serve
ad essere più produttivi, più efficienti nel rapporto con i
clienti, più rapidi nell'implementazione di soluzioni, se insomma
porta una rivoluzione nella comunicazione simile a quella che
si è avuta con l'introduzione dei PC quando si è passati
dalla macchina da scrivere e la calcolatrice a WordStar e
Visicalc. Vuol dire il contrario di quello che fai tu,
cioè un qualcosa di molto invasivo che deve cambiare,
e di parecchio, le abitudini di chi lavora in azienda.

Arriva la telefonata e chi chiama inserisce il proprio
codice personale. Si apre la scheda del cliente sul PC
dell'operatore che, prima di rispondere, sa già chi c'è
dall'altra parte, cosa gli deve chiedere, come lo deve
insultare se non ha pagato le fatture o quante volte
gli deve chiedere scusa se nessuno l'ha ancora richiamato.

Il venditore ha una mappatura di clienti da contattare,
salvata in un qualche formato elettronico. Non c'è bisogno
che sia lui a fare i numeri perdendo tempo nella digitazione,
tra errori, occhiali da presbite, numeri occupati o squilli
a vuoto. Ci pensa il sistema che ti passa la chiamata solo
quando qualcuno c'è e risponde.

Sono due esempi fra le decine che si possono fare,
cose che valgono molto di più dei centesimi sulle urbane
o sulle nazionali, per i quali esistono già i commerciali
Telecom con cui trattare i prezzi o gli operatori come Tele2
e similari. Uno studio di commercialisti o di avvocati,
un sistema di reportistica per gestire i centri di costo
ed addebitare ad ogni cliente il tempo passato al
telefono, te lo paga migliaia di euro senza grossi problemi
e ti porti a casa contratti di manutenzione proporzionali.

Fallo con Voispeed, fallo con Asterisk, usa quello che ti
pare, ma le rivoluzioni non si fanno in punta di piedi.
Il messaggio deve essere che la telefonia IP in azienda
non serve a scimmiottare quella tradizionale, perché allora
mi tengo quella tradizionale che, come dicono a Milano,
ha ancora il suo perché. Passo alla telefonia IP, che in
quanto migrazione, è sempre un'operazione traumatica e
costosa, se ne vale la pena. E ne vale la pena solo se
la telefonia diventa un elemento attivo dei processi
produttivi. E' questo che puoi e devi venderti.

Le telefonate gratis falle vendere a qualcun'altro.

Ciao e buon lavoro,
--
Virgilio Lattanzi HARPAX srl
Tel: +39 0733 818863 via Fontanella, 38
Fax: +39 0733 819133 62012 Civitanova Marche MC
WWW: www.harpax.com ITALY
Krauss
2008-03-29 00:36:39 UTC
Permalink
Post by Virgilio Lattanzi
Fallo con Voispeed, fallo con Asterisk, usa quello che ti
pare, ma le rivoluzioni non si fanno in punta di piedi.
Il messaggio deve essere che la telefonia IP in azienda
non serve a scimmiottare quella tradizionale, perché allora
mi tengo quella tradizionale che, come dicono a Milano,
ha ancora il suo perché. Passo alla telefonia IP, che in
quanto migrazione, è sempre un'operazione traumatica e
costosa, se ne vale la pena. E ne vale la pena solo se
la telefonia diventa un elemento attivo dei processi
produttivi. E' questo che puoi e devi venderti.
Le telefonate gratis falle vendere a qualcun'altro.
Carissimo Virgilio, ho sempre letto con attenzione i tuoi post. Completi e
talvolta critici, con la trasparenza evidente, ma mai prepotente, di una
esperienza impagabile.

Io NON voglio regalare più niente a nessuno, quel periodo è certamente
passato, adesso bisogna guardare alle proprie tasche.
La mia realtà è ben diversa da quella che tu illustri in queste righe. Io
NON mi occupo di voip, ma di informatica da ufficio e non litigo con
asterisk ma con gli utenti che mi chiamano alle 13 della domenica per dirmi
che non riescono a stampare con la Dymo (per dire l'ultima).
Si tratta di realtà per lo più con una singola linea telefonica telecom che
ho consigliato di tenerla come fax e poi utlizzare il pap2 con eutelia per
le telefonate.
Quindi capirai che il mio tipo di clientela non saprebbe di che farsene
delle soluzioni da te indicate, sia per i costi di iniziazione, sia perchè,
viste le mie capacità tecniche, l'assoluta certezza di andarmene la sera
lasciando certamente funzionanti soluzioni più evolute di un pap2 con un
centralino tradizionale correttamente configurato, non sono elevatissime.
Inoltre non ho neanche il tempo per approfondire l'argomento Voip, e visto
che tanto la mia clientela ed il mio genere di attività, da un rapido esame
di coscenza, NON trarrebbe beneficio da soluzioni voip complesse, l'ho
amaramente scantonato pur comprendendone la potenza.

La mia domanda nasce dopo aver acquisito un cliente (nella mia attività
principale) che scopro generare moltissimo traffico verso l'estero con
bollette *telecom* attorno ai 1000 euro mensili con UNA sola linea
telefonica.

Mi sono guardato bene dal proporgli di risparmiare con eutelia o simili,
visto che tanto non ci guadagnerei niente, quindi ho contattato eutelia per
diventare loro agente. Ho fatto un colloquio e mi hanno messo davanti il
contratto. Ho letto le percentuali e gli ho detto grazie ed arrivederci: di
certo non mi metto a lavorare di + per fa guadagnare gli altri,
sobbarcandomi anche tutti gli eventuali disagi che il cliente sosterrebbe
per il cambio di ADSL, la portabilità del numero e tutti i problemi futuri,
sempre presenti, imputabili alle linee.

Quindi ho elaborato l'idea del server in housing, sfruttando i betamax
gratuiti e fatturando IO le chiamate col giusto ricarico. Non si toccano le
linee del cliente, l'ADSL resta la sua, basta installare un pap2 ed
attendere di incassare la fattura. Possedendo un server, poi, immagino sia
possibile in futuro proporre anche alcune delle possibilità da te elencate,
con ulteriori guadagni, in base alla crescita del cliente e delle mie
capacità tecniche (che non mancheranno se ne vedo una fonte di guadagno).
Visto le mie ridotte capacità attuali, ho chiesto su questo gruppo il costo
di una soluzione "pronta" così da tirare le somme sulla fattibilità della
cosa.
s***@gmail.com
2008-03-29 01:30:05 UTC
Permalink
On 29 Mar, 01:36, "Krauss"
Post by Krauss
Quindi ho elaborato l'idea del server in housing, sfruttando i betamax
gratuiti e fatturando IO le chiamate col giusto ricarico. Non si toccano le
linee del cliente, l'ADSL resta la sua, basta installare un pap2 ed
attendere di incassare la fattura. Possedendo un server, poi, immagino sia
possibile in futuro proporre anche alcune delle possibilità da te elencate,
con ulteriori guadagni, in base alla crescita del cliente e delle mie
capacità tecniche (che non mancheranno se ne vedo una fonte di guadagno).
Visto le mie ridotte capacità attuali, ho chiesto su questo gruppo il costo
di una soluzione "pronta" così da tirare le somme sulla fattibilità della
cosa.
Questo dovrebbe aiutarti a capire un paio di cose :P
http://www.voipuser.org/forum_topic_8289.html
E poi in tutti i tuoi ragionamenti sottovaluti l'housing che
rappresenta oltre il 70% delle spese fisse.

Io la mia idea me la sono fatta già da un pò sul futuro del voip
(almeno cosi come lo conosciamo ora) :)
Buona fortuna, ad ogni modo RULE 7: Don't bet the house on it.

ciao
Skumpic
Leandro Dardini
2008-03-29 10:23:13 UTC
Permalink
Post by Krauss
Post by Virgilio Lattanzi
Fallo con Voispeed, fallo con Asterisk, usa quello che ti
pare, ma le rivoluzioni non si fanno in punta di piedi.
Il messaggio deve essere che la telefonia IP in azienda
non serve a scimmiottare quella tradizionale, perché allora
mi tengo quella tradizionale che, come dicono a Milano,
ha ancora il suo perché. Passo alla telefonia IP, che in
quanto migrazione, è sempre un'operazione traumatica e
costosa, se ne vale la pena. E ne vale la pena solo se
la telefonia diventa un elemento attivo dei processi
produttivi. E' questo che puoi e devi venderti.
Le telefonate gratis falle vendere a qualcun'altro.
Carissimo Virgilio, ho sempre letto con attenzione i tuoi post. Completi
e talvolta critici, con la trasparenza evidente, ma mai prepotente, di
una esperienza impagabile.
Io NON voglio regalare più niente a nessuno, quel periodo è certamente
passato, adesso bisogna guardare alle proprie tasche.
La mia realtà è ben diversa da quella che tu illustri in queste righe.
Io NON mi occupo di voip, ma di informatica da ufficio e non litigo con
asterisk ma con gli utenti che mi chiamano alle 13 della domenica per
dirmi che non riescono a stampare con la Dymo (per dire l'ultima).
Si tratta di realtà per lo più con una singola linea telefonica telecom
che ho consigliato di tenerla come fax e poi utlizzare il pap2 con
eutelia per le telefonate.
Quindi capirai che il mio tipo di clientela non saprebbe di che farsene
delle soluzioni da te indicate, sia per i costi di iniziazione, sia
perchè, viste le mie capacità tecniche, l'assoluta certezza di andarmene
la sera lasciando certamente funzionanti soluzioni più evolute di un
pap2 con un centralino tradizionale correttamente configurato, non sono
elevatissime.
Inoltre non ho neanche il tempo per approfondire l'argomento Voip, e
visto che tanto la mia clientela ed il mio genere di attività, da un
rapido esame di coscenza, NON trarrebbe beneficio da soluzioni voip
complesse, l'ho amaramente scantonato pur comprendendone la potenza.
La mia domanda nasce dopo aver acquisito un cliente (nella mia attività
principale) che scopro generare moltissimo traffico verso l'estero con
bollette *telecom* attorno ai 1000 euro mensili con UNA sola linea
telefonica.
Mi sono guardato bene dal proporgli di risparmiare con eutelia o simili,
visto che tanto non ci guadagnerei niente, quindi ho contattato eutelia
per diventare loro agente. Ho fatto un colloquio e mi hanno messo
davanti il contratto. Ho letto le percentuali e gli ho detto grazie ed
arrivederci: di certo non mi metto a lavorare di + per fa guadagnare gli
altri, sobbarcandomi anche tutti gli eventuali disagi che il cliente
sosterrebbe per il cambio di ADSL, la portabilità del numero e tutti i
problemi futuri, sempre presenti, imputabili alle linee.
Quindi ho elaborato l'idea del server in housing, sfruttando i betamax
gratuiti e fatturando IO le chiamate col giusto ricarico. Non si toccano
le linee del cliente, l'ADSL resta la sua, basta installare un pap2 ed
attendere di incassare la fattura. Possedendo un server, poi, immagino
sia possibile in futuro proporre anche alcune delle possibilità da te
elencate, con ulteriori guadagni, in base alla crescita del cliente e
delle mie capacità tecniche (che non mancheranno se ne vedo una fonte di
guadagno).
Visto le mie ridotte capacità attuali, ho chiesto su questo gruppo il
costo di una soluzione "pronta" così da tirare le somme sulla
fattibilità della cosa.
Purtroppo quello che dice Lattanzi (bei tempi quelli di teach-rete) è
verissimo, ma anche quello che dici te è altrettanto vero. Di aziende
come quella di Lattanzi ne conosco a malapena una, mentre di quelle
descritte da Krauss ce ne sono tantissime.
Ti posso dire che il margine sulla telefonia è bassissimo, ancora più
basso se devi rivolgerti a terzi per la gestione della macchina. Se
comunque vuoi provare, è molto più conveniente se acquisti una macchina
a rack, una scheda PRI e chiedi l'affitto di un primario ad un gestore
di telefonia, come ad esempio Albacom/BT. Ti dico questo perchè aiuto
sporadicamente un piccolo gestore che ha 4 macchine proprio in BT
Italia. Non è che realizzi grosse cifre, ma riesce più o meno a
sopravvivere considerando che la società è composta solamente da lui.

Leandro
Krauss
2008-03-29 11:28:39 UTC
Permalink
Post by Leandro Dardini
Purtroppo quello che dice Lattanzi (bei tempi quelli di teach-rete) è
verissimo, ma anche quello che dici te è altrettanto vero. Di aziende come
quella di Lattanzi ne conosco a malapena una, mentre di quelle descritte
da Krauss ce ne sono tantissime.
Già, per questo l'implementazione del voip massiccio è abbastanza complessa.
Post by Leandro Dardini
Ti posso dire che il margine sulla telefonia è bassissimo, ancora più
basso se devi rivolgerti a terzi per la gestione della macchina. Se
comunque vuoi provare, è molto più conveniente se acquisti una macchina a
rack, una scheda PRI e chiedi l'affitto di un primario ad un gestore di
telefonia, come ad esempio Albacom/BT. Ti dico questo perchè aiuto
sporadicamente un piccolo gestore che ha 4 macchine proprio in BT Italia.
Non è che realizzi grosse cifre, ma riesce più o meno a sopravvivere
considerando che la società è composta solamente da lui.
Bè io pensavo di partire con MOOOOLTO meno. Capisco l'impossibilità di
installare un server in locale per la scarsità delle nostre adsl, ma ho
trovato un housing con server dedicato, 300GB di traffico e 10Mb di banda a
95+iva al mese. Tra l'altro lo dividerei con un amico webmaster che vi
ospiterebbe un 20/30 siti con traffico basso/bassissimo. Dopotutto dovrà
gestire (per ora) solo 7/8 interni (uno o 2 per azienda) e qualche tronco in
uscita a seconda delle tariffe. Sarebbe interessante implementare in locale
un gsmbox ISDN con un paio di sim con il contratto "Tutto Compreso
Unlimited" di Tim ed un ATA per portare queste linee sul server. In ogni
caso non posso fare da solo, non conosco asterisk se non nelle sue varianti
"semplificate" ed ho bisogno dell'interfaccia web per inserire nuovi
interni, impostargli le tariffe, e stampare gli estratti delle telefonate.
Il mio amico webmaster, non conoscendo asterisk, non saprebbe da che parte
cominciare. Ed io senza certezze di riuscita non investo denaro (es
acquistando il server) in una attività che sò di NON avere mezzi, tempo e
praparazione per renderla operativa da solo.
Koala04
2008-03-29 11:40:24 UTC
Permalink
Krauss ha scritto:
.
Post by Krauss
Bè io pensavo di partire con MOOOOLTO meno. Capisco l'impossibilità di
installare un server in locale per la scarsità delle nostre adsl, ma ho
trovato un housing con server dedicato, 300GB di traffico e 10Mb di
banda a 95+iva al mese. Tra l'altro lo dividerei con un amico webmaster
che vi ospiterebbe un 20/30 siti con traffico basso/bassissimo.
Dopotutto dovrà gestire (per ora) solo 7/8 interni (uno o 2 per azienda)
e qualche tronco in uscita a seconda delle tariffe. Sarebbe interessante
implementare in locale un gsmbox ISDN con un paio di sim con il
contratto "Tutto Compreso Unlimited" di Tim ed un ATA per portare queste
linee sul server. In ogni caso non posso fare da solo, non conosco
asterisk se non nelle sue varianti "semplificate" ed ho bisogno
dell'interfaccia web per inserire nuovi interni, impostargli le tariffe,
e stampare gli estratti delle telefonate. Il mio amico webmaster, non
conoscendo asterisk, non saprebbe da che parte cominciare. Ed io senza
certezze di riuscita non investo denaro (es acquistando il server) in
una attività che sò di NON avere mezzi, tempo e praparazione per
renderla operativa da solo.
dovresti calcolare quanto guadagno avresi sulla rivendita del traffico,
e poi se in qual guadagno riesici a farci stare i 95 euro + iva al mese.

quello che rimane è quello che effettivamente guadagni...

ora, dato che con la telefonia si guadagna pochissimo... fare 95 euro +
iva solo per rientrare nelle spese chredo non sia facile...

mi pare che eutelia dia la possibilita' di rivendere i suioi servizi (da
una provvigione di una certa percentuale) , forse è meglio che ti
orienti verso quella strada...
Krauss
2008-03-29 11:50:03 UTC
Permalink
Post by Koala04
mi pare che eutelia dia la possibilita' di rivendere i suioi servizi (da
una provvigione di una certa percentuale) , forse è meglio che ti orienti
verso quella strada...
Quoto:

Mi sono guardato bene dal proporgli di risparmiare con eutelia o simili,
visto che tanto non ci guadagnerei niente, quindi ho contattato eutelia per
diventare loro agente. Ho fatto un colloquio e mi hanno messo davanti il
contratto. Ho letto le percentuali e gli ho detto grazie ed arrivederci: di
certo non mi metto a lavorare di + per fa guadagnare gli altri,
sobbarcandomi anche tutti gli eventuali disagi che il cliente sosterrebbe
per il cambio di ADSL, la portabilità del numero e tutti i problemi futuri,
sempre presenti, imputabili alle linee.


Ok, progetto nato e morto in 24 ore.
Ciao a tutti.
Gabriele - OneNET
2008-03-29 12:08:59 UTC
Permalink
On 29 Mar, 12:50, "Krauss"
Post by Krauss
Post by Koala04
mi pare che eutelia dia la possibilita' di rivendere i suioi servizi (da
una provvigione di una certa percentuale) , forse è meglio che ti orienti
verso quella strada...
Mi sono guardato bene dal proporgli di risparmiare con eutelia o simili,
visto che tanto non ci guadagnerei niente, quindi ho contattato eutelia per
diventare loro agente. Ho fatto un colloquio e mi hanno messo davanti il
contratto. Ho letto le percentuali e gli ho detto grazie ed arrivederci: di
certo non mi metto a lavorare di + per fa guadagnare gli altri,
sobbarcandomi anche tutti gli eventuali disagi che il cliente sosterrebbe
per il cambio di ADSL, la portabilità del numero e tutti i problemi futuri,
sempre presenti, imputabili alle linee.
Posso chiederti che percentuale sul traffico voip ti avrebbe dato
Eutelia ?

Gabriele
Krauss
2008-03-29 15:12:16 UTC
Permalink
Post by Krauss
Mi sono guardato bene dal proporgli di risparmiare con eutelia o simili,
visto che tanto non ci guadagnerei niente, quindi ho contattato eutelia per
diventare loro agente. Ho fatto un colloquio e mi hanno messo davanti il
contratto. Ho letto le percentuali e gli ho detto grazie ed arrivederci: di
certo non mi metto a lavorare di + per fa guadagnare gli altri,
sobbarcandomi anche tutti gli eventuali disagi che il cliente sosterrebbe
per il cambio di ADSL, la portabilità del numero e tutti i problemi futuri,
sempre presenti, imputabili alle linee.
Posso chiederti che percentuale sul traffico voip ti avrebbe dato
Eutelia ?

Dipende dal tipo di contratto. Più è costoso il contratto maggiori sono
anche le percentuali. Comunque da 10 euro una tantuma per la sola
attivazione di ADSL + una linea voip base, all'8% del traffico voip per
applicazioni business con ADSL a banda garantita e 6 linee voip. Purtroppo
l'8% non è neanche male, solo che quel tipo di abbonamento io ne farò uno
ogni 10 anni, le altre sono tutte di 10 euro una tantum ed io di dover
correre in giro e sentirmi fanculizzare dai miei clienti per i disservizi
che comporta un cambio operatore + i disservizi futuri non me la sento
proprio per 10 euro una tantum.
Gabriele - OneNET
2008-03-29 19:42:43 UTC
Permalink
On 29 Mar, 16:12, "Krauss"
Post by Krauss
Dipende dal tipo di contratto. Più è costoso il contratto maggiori sono
anche le percentuali. Comunque da 10 euro una tantuma per la sola
attivazione di ADSL + una linea voip base, all'8% del traffico voip per
applicazioni business con ADSL a banda garantita e 6 linee voip. Purtroppo
l'8% non è neanche male, solo che quel tipo di abbonamento io ne farò uno
ogni 10 anni, le altre sono tutte di 10 euro una tantum ed io di dover
correre in giro e sentirmi fanculizzare dai miei clienti per i disservizi
che comporta un cambio operatore + i disservizi futuri non me la sento
proprio per 10 euro una tantum.
Uh allora passali a me sti tuoi clienti, così gli vendo mc-link :)
Non pensavo Eutelia fosse così tirchia ! Non per la parte traffico
voip (8% sul traffico è buono), ma per le adsl...

Gabriele
Temporale Estivo
2008-03-29 13:33:27 UTC
Permalink
"Krauss"
Post by Krauss
Ok, progetto nato e morto in 24 ore.
Ciao a tutti.
Sentite condoglianze
Marco
2008-03-31 13:49:10 UTC
Permalink
Post by Koala04
.
Post by Krauss
Bè io pensavo di partire con MOOOOLTO meno. Capisco l'impossibilità di
installare un server in locale per la scarsità delle nostre adsl, ma
ho trovato un housing con server dedicato, 300GB di traffico e 10Mb di
banda a 95+iva al mese. Tra l'altro lo dividerei con un amico
webmaster che vi ospiterebbe un 20/30 siti con traffico
basso/bassissimo. Dopotutto dovrà gestire (per ora) solo 7/8 interni
(uno o 2 per azienda) e qualche tronco in uscita a seconda delle
tariffe. Sarebbe interessante implementare in locale un gsmbox ISDN
con un paio di sim con il contratto "Tutto Compreso Unlimited" di Tim
ed un ATA per portare queste linee sul server. In ogni caso non posso
fare da solo, non conosco asterisk se non nelle sue varianti
"semplificate" ed ho bisogno dell'interfaccia web per inserire nuovi
interni, impostargli le tariffe, e stampare gli estratti delle
telefonate. Il mio amico webmaster, non conoscendo asterisk, non
saprebbe da che parte cominciare. Ed io senza certezze di riuscita non
investo denaro (es acquistando il server) in una attività che sò di
NON avere mezzi, tempo e praparazione per renderla operativa da solo.
dovresti calcolare quanto guadagno avresi sulla rivendita del traffico,
e poi se in qual guadagno riesici a farci stare i 95 euro + iva al mese.
quello che rimane è quello che effettivamente guadagni...
ora, dato che con la telefonia si guadagna pochissimo... fare 95 euro +
iva solo per rientrare nelle spese chredo non sia facile...
mi pare che eutelia dia la possibilita' di rivendere i suioi servizi (da
una provvigione di una certa percentuale) , forse è meglio che ti
orienti verso quella strada...
sì, per fare la fine di qualche provider che rivendeva la banda di un
grossista che acquistava da telecom! (non faccio nomi per pena)
Leandro Dardini
2008-03-29 13:00:08 UTC
Permalink
Post by Krauss
Post by Leandro Dardini
Purtroppo quello che dice Lattanzi (bei tempi quelli di teach-rete) è
verissimo, ma anche quello che dici te è altrettanto vero. Di aziende
come quella di Lattanzi ne conosco a malapena una, mentre di quelle
descritte da Krauss ce ne sono tantissime.
Già, per questo l'implementazione del voip massiccio è abbastanza complessa.
Post by Leandro Dardini
Ti posso dire che il margine sulla telefonia è bassissimo, ancora più
basso se devi rivolgerti a terzi per la gestione della macchina. Se
comunque vuoi provare, è molto più conveniente se acquisti una
macchina a rack, una scheda PRI e chiedi l'affitto di un primario ad
un gestore di telefonia, come ad esempio Albacom/BT. Ti dico questo
perchè aiuto sporadicamente un piccolo gestore che ha 4 macchine
proprio in BT Italia. Non è che realizzi grosse cifre, ma riesce più o
meno a sopravvivere considerando che la società è composta solamente
da lui.
Bè io pensavo di partire con MOOOOLTO meno. Capisco l'impossibilità di
installare un server in locale per la scarsità delle nostre adsl, ma ho
trovato un housing con server dedicato, 300GB di traffico e 10Mb di
banda a 95+iva al mese. Tra l'altro lo dividerei con un amico webmaster
che vi ospiterebbe un 20/30 siti con traffico basso/bassissimo.
Dopotutto dovrà gestire (per ora) solo 7/8 interni (uno o 2 per azienda)
e qualche tronco in uscita a seconda delle tariffe. Sarebbe interessante
implementare in locale un gsmbox ISDN con un paio di sim con il
contratto "Tutto Compreso Unlimited" di Tim ed un ATA per portare queste
linee sul server. In ogni caso non posso fare da solo, non conosco
asterisk se non nelle sue varianti "semplificate" ed ho bisogno
dell'interfaccia web per inserire nuovi interni, impostargli le tariffe,
e stampare gli estratti delle telefonate. Il mio amico webmaster, non
conoscendo asterisk, non saprebbe da che parte cominciare. Ed io senza
certezze di riuscita non investo denaro (es acquistando il server) in
una attività che sò di NON avere mezzi, tempo e praparazione per
renderla operativa da solo.
300 GB di banda al mese non sono tanti, bisogna stare molto attenti,
considerando anche che ci sono alcuni siti web sopra. Anche se non sono
molto trafficati, ci sono sempre i motori di ricerca che passano e
ripassano in continuazione.

Se ti và di fare una prova, io ci sto a mettere le mie conoscenze di
asterisk, se poi rimane un po' di margine, facciamo a metà. Se poi ti và
di estendere il business anche ad altri campi, è un po' di tempo che
cerco un partner per mettere in piedi una nuova forma di housing
virtuale. Anche in questo caso, tu metti i soldi, io metto la parte
tecnica e dividiamo a metà i margini.

Se ti interessa, scrivimi direttamente.

Leandro
Krauss
2008-03-29 15:30:20 UTC
Permalink
Post by Leandro Dardini
Se ti và di fare una prova, io ci sto a mettere le mie conoscenze di
asterisk, se poi rimane un po' di margine, facciamo a metà. Se poi ti và
di estendere il business anche ad altri campi, è un po' di tempo che cerco
un partner per mettere in piedi una nuova forma di housing virtuale. Anche
in questo caso, tu metti i soldi, io metto la parte tecnica e dividiamo a
metà i margini.
Si certo, potrebbe interessarmi, basta che prima ci facciamo un bel business
plan per studiare i possibili proventi e non buttiamo dei soldi.

Lunedì ricontatto eutelia per sapere se ci può fornire il suo "skypho"
all'ingrosso. Mi risponderanno picche, credo, ma sò che lo vendono ad altre
piccole realtà locali, non vedo perchè non lo dovrebbero vendere a me.

Il server di cui parlo è un celeron 1800 purtroppo. E' certamente
sufficiente per delle prove iniziali, ma credo che chiederò all'hoster se
possono ospitare un server di proprietà che assemblerò su un rack 4U con un
potente dual o quadcore, ma credo di no, quelle offerte sono appositamente
studiate per rimettere in funzione quei cadaveri di server.
Leandro Dardini
2008-03-29 22:06:18 UTC
Permalink
Post by Krauss
Post by Leandro Dardini
Se ti và di fare una prova, io ci sto a mettere le mie conoscenze di
asterisk, se poi rimane un po' di margine, facciamo a metà. Se poi ti
và di estendere il business anche ad altri campi, è un po' di tempo
che cerco un partner per mettere in piedi una nuova forma di housing
virtuale. Anche in questo caso, tu metti i soldi, io metto la parte
tecnica e dividiamo a metà i margini.
Si certo, potrebbe interessarmi, basta che prima ci facciamo un bel
business plan per studiare i possibili proventi e non buttiamo dei soldi.
Questo sicuramente. Riguardo al progetto dell'housing ho già elaborato
un piano, te lo faccio avere quando vuoi.
Post by Krauss
Lunedì ricontatto eutelia per sapere se ci può fornire il suo "skypho"
all'ingrosso. Mi risponderanno picche, credo, ma sò che lo vendono ad
altre piccole realtà locali, non vedo perchè non lo dovrebbero vendere a
me.
Buona fortuna
Post by Krauss
Il server di cui parlo è un celeron 1800 purtroppo. E' certamente
sufficiente per delle prove iniziali, ma credo che chiederò all'hoster
se possono ospitare un server di proprietà che assemblerò su un rack 4U
con un potente dual o quadcore, ma credo di no, quelle offerte sono
appositamente studiate per rimettere in funzione quei cadaveri di server.
Nel piano che ho fatto ci ho messo gli R200 della Dell. Generalmente
l'affitto di spazio è molto meno costoso che l'affitto di macchine e
sicuramente più performante. Per l'housing virtuale servono macchine
abbastanza potenti.

Leandro
Virgilio Lattanzi
2008-03-29 18:06:48 UTC
Permalink
Post by Leandro Dardini
Post by Krauss
La mia realtà è ben diversa da quella che tu illustri in queste righe.
[...]
Post by Leandro Dardini
Post by Krauss
Quindi capirai che il mio tipo di clientela non saprebbe di che
farsene delle soluzioni da te indicate
[...]
Post by Leandro Dardini
Purtroppo quello che dice Lattanzi (bei tempi quelli di teach-rete) è
verissimo, ma anche quello che dici te è altrettanto vero. Di aziende
come quella di Lattanzi ne conosco a malapena una, mentre di quelle
descritte da Krauss ce ne sono tantissime.
Nego tutto e dissento vivamente :) da quello che dite tu e Krauss.

Di aziende che possano trarre benefici sostanziali da un sistema
di telefonia IP, a prescindere dall'abbattimento della spesa
telefonica che ne è solo un gradito effetto collaterale, ne conoscete
sicuramente più di una, ma non ve ne siete accorti.

In questi anni in cui abbiamo avuto a che fare con il rivenditore
informatico pensiamo di avere imparato poche cose (magari
confuse), ma importanti:

1) di solito ragiona in logica binaria, per cui una tecnologia
è prima troppo innovativa per il proprio cliente, per cui neanche
gliela propone (la sindrome che noi chiamiamo "l'ho inventato io");
poi diventa obsoleta perché ce l'hanno tutti, per cui non la
propone lo stesso. Non c'è mai una fase intermedia di mesi o anni
durante la quale si può battere il mercato.

2) non è abituato a proporre soluzioni e cercare clienti.
Nasce storicamente come "quello bravo", quello ai cui gli
amici si rivolgono quando ci sono problemi che hanno a che
fare con la tecnologia. Lui è bravo e quindi qualcuno prima
o poi lo chiamerà. Il commerciale che spinge sul mercato
per vendere, viene visto come una troia disposta anche a
svendere la madre pur di raggiungere il budget. Tant'è che
in un thread di un po' di tempo fa su it.lavoro.informatica
il 90% dei partecipanti era d'accordo sul fatto che un buon
tecnico non può essere anche un bravo commerciale.
In sé è una cazzata terrificante, anzi, nei settori tecnici
un bravo commerciale deve essere o essere stato un bravo
tecnico, ma diventa verità se il 90% dei tecnici se ne
autoconvincono.

3) quando le nuove tecnologie diventano abbordabili e possono
soddisfare dei bisogni inespressi ma presenti, come nel caso
della telefonia IP per le aziende, nessuno te le chiede.
E se aspetti che il cliente arrivi a chiederla, a quel punto non
la chiederà a te. Sono poche le aziende che non hanno
bisogno di:
- registrare le telefonate
- controllare le spese telefoniche per interno e direttrice
di traffico
- remotizzare degli interni (telelavoratori, venditori,
tecnici in trasferta...)
- vedere lo stato degli interni (loggato, spento, in pausa,
in deviazione, in casella vocale...) della sede locale
e di quelle remote, se ci sono
- far partire una chiamata con un click dal gestionale,
dal CRM, da IE o da Outlook
- nel verso opposto, conoscere la situazione di chi ci sta
chiamando, sul gestionale, nel CRM o Outlook, prima ancora
di dire:<< Pronto...>>
- avere una casella vocale che gestisci da locale o con il
cellulare e che ti invia i messaggi per email
- avere un risponditore automatico che smista il cliente
in base al numero chiamante, chiamato, un codice personale,
la situazione di borsa o quella meteo.

Potrei continuare ma devo andare a fare la spesa, però adesso
ditemi ancora che tra i vostri clienti, ne conoscete solo uno
che può avere bisogno di almeno una cosa elencata sopra.
Io sono convinto del contrario. Per me ne hanno bisogno
il 90% dei vostri clienti, ma non sanno che è alla loro
portata di tasca, nessuno glielo dice e non ve lo chiederanno mai.
Tutto lì.

Ciao e buon lavoro,
--
Virgilio Lattanzi HARPAX srl
Tel: +39 0733 818863 via Fontanella, 38
Fax: +39 0733 819133 62012 Civitanova Marche MC
WWW: www.harpax.com ITALY
Krauss
2008-03-30 00:54:36 UTC
Permalink
Post by Virgilio Lattanzi
In questi anni in cui abbiamo avuto a che fare con il rivenditore
informatico pensiamo di avere imparato poche cose (magari
Bè mi sento preso in causa ...
Post by Virgilio Lattanzi
1) di solito ragiona in logica binaria, per cui una tecnologia
è prima troppo innovativa per il proprio cliente, per cui neanche
gliela propone (la sindrome che noi chiamiamo "l'ho inventato io");
poi diventa obsoleta perché ce l'hanno tutti, per cui non la
propone lo stesso. Non c'è mai una fase intermedia di mesi o anni
durante la quale si può battere il mercato.
Si, inizialmente perchè troppo innovativa, successivamente perchè, non
avendola mai proposta, non si hanno acquisito le capacità tecniche per fare
un lavoro che eviti "figure di merda". E questo non perchè non si crede
nella tecnologia, ma perchè il tecnico/imprenditore deve far quadrare i
bilanci e rema nella direzione che gli crea il maggior guadagno col minore
sforzo.

NON stiamo cambiando, stiamo cercando un'altra soluzione che porti guadagno
e per percorrerla bisogna fare "il passo come la gamba". Io potrei "vendere"
ciò che tu mi suggerisci, ne sono affacinato. Ma poi, chi lo monta al
cliente? Io sono da solo e non ho le capacità per farlo. Imparare da solo mi
comporta uno spreco di tempo e risorse improponibile per una impresa
individuale (MONOindividuale!)

Quindi si inizia col pap2, si guadagna. Poi si propone il cambio con
apparati IP, il server c'è già, le conoscenze nel frattempo salgono, e si
attivano servizi superiori (che si fanno pagare) sino all'installazione del
server in locale. Ma ci vuole tempo e maturazione professionale.
Post by Virgilio Lattanzi
2) non è abituato a proporre soluzioni e cercare clienti.
Nasce storicamente come "quello bravo", quello ai cui gli
amici si rivolgono quando ci sono problemi che hanno a che
fare con la tecnologia. Lui è bravo e quindi qualcuno prima
o poi lo chiamerà. Il commerciale che spinge sul mercato
per vendere, viene visto come una troia disposta anche a
svendere la madre pur di raggiungere il budget. Tant'è che
in un thread di un po' di tempo fa su it.lavoro.informatica
il 90% dei partecipanti era d'accordo sul fatto che un buon
tecnico non può essere anche un bravo commerciale.
In sé è una cazzata terrificante, anzi, nei settori tecnici
un bravo commerciale deve essere o essere stato un bravo
tecnico, ma diventa verità se il 90% dei tecnici se ne
autoconvincono.
eheheh parole sante.
Post by Virgilio Lattanzi
la chiederà a te. Sono poche le aziende che non hanno
- registrare le telefonate
Penso tutte
Post by Virgilio Lattanzi
- controllare le spese telefoniche per interno e direttrice
A molti non interessa, se non per il controllo dei dipendenti, che tra
l'altro in italia è illegale.
Post by Virgilio Lattanzi
- remotizzare degli interni (telelavoratori, venditori,
Non ho aziende con sedi distaccate o telelavoratori.
Post by Virgilio Lattanzi
- vedere lo stato degli interni (loggato, spento, in pausa,
in deviazione, in casella vocale...) della sede locale
e di quelle remote, se ci sono
Gli interni sono sempre tutti nel solito ufficio, tranne un caso.
Post by Virgilio Lattanzi
- far partire una chiamata con un click dal gestionale,
dal CRM, da IE o da Outlook
Vendibile! Tra l'altro non capisco come sia possibile interfacciare un
outlook con un telefono ip e/o ATA
Post by Virgilio Lattanzi
- nel verso opposto, conoscere la situazione di chi ci sta
chiamando, sul gestionale, nel CRM o Outlook, prima ancora
di dire:<< Pronto...>>
Vendibile!
Post by Virgilio Lattanzi
- avere una casella vocale che gestisci da locale o con il
cellulare e che ti invia i messaggi per email
Questo è vendibile, ma non a tutti.
Post by Virgilio Lattanzi
- avere un risponditore automatico che smista il cliente
in base al numero chiamante, chiamato, un codice personale,
la situazione di borsa o quella meteo.
Inutile nelle realtà che gestisco io.

Come al solito hai ragione, ci sono potenzialità del voip vendibili anche a
piccole realtà. Resta il problema che ti dicevo sopra "fare il passo come la
gamba" visto che si lavora da soli e la preparazione tecnica non arriva dal
nulla.
s***@gmail.com
2008-03-30 10:06:04 UTC
Permalink
On 30 Mar, 02:54, "Krauss"
Post by Krauss
A molti non interessa, se non per il controllo dei dipendenti, che tra
l'altro in italia è illegale.> - remotizzare degli interni (telelavoratori, venditori,
Il controllo dei dipendenti è legale se effettuato in concordo con i
sindacati.Ci sono molte realtà che registrano telefonate (ex. call
centre per la valutazione del lavoro dei dipendenti, guardia medica..)
Post by Krauss
Non ho aziende con sedi distaccate o telelavoratori.> - vedere lo stato degli interni (loggato, spento, in pausa,
Post by Virgilio Lattanzi
in deviazione, in casella vocale...) della sede locale
e di quelle remote, se ci sono
Gli interni sono sempre tutti nel solito ufficio, tranne un caso.> - far partire una chiamata con un click dal gestionale,
Post by Virgilio Lattanzi
dal CRM, da IE o da Outlook
Vendibile! Tra l'altro non capisco come sia possibile interfacciare un
outlook con un telefono ip e/o ATA> - nel verso opposto, conoscere la situazione di chi ci sta
Si chiama Unified Communications di Microsoft. La stanno iniziando a
commercializzare ora.
Post by Krauss
Post by Virgilio Lattanzi
chiamando, sul gestionale, nel CRM o Outlook, prima ancora
di dire:<< Pronto...>>
Vendibile!
Sempre U.C. di Microsoft. Queste funzionalità saranno sempre più
integrate direttamente nei software in un prossimo (molto prossimo
secondo me) futuro. Quindi non ti ci giocare la casa :) perchè è
facile che tendano a "scavalcarti"
Post by Krauss
Come al solito hai ragione, ci sono potenzialità del voip vendibili anche a
piccole realtà. Resta il problema che ti dicevo sopra "fare il passo come la
gamba" visto che si lavora da soli e la preparazione tecnica non arriva dal
nulla.
Non per fare l'uccello del malaugurio, ma visto che sei te stesso a
dichiararti completamente "incompetente" in materia (finora ti sei
limitato a montare pap2, sinceramente ne sarei stato capace anche :P)
mi rivolgerei ad una soluzione "precotta" (tipo quella di talkho o
eutelia).
Ti parlo da utente finale. Se la soluzione che mi proponi non funziona
come deve: A) non ti voglio più vedere nemmeno per cambiare le
lampadine, B) ti tartasso di chiamate, C) nun te pago, D) appena mi
parleranno di VOIP chiudo il telefono o invito la persona ad uscire.

Insomma scusa la franchezza :P ma non c'e' miglior modo di sputtanare
una tecnologia nascente che quella di improvvisarsi. E purtroppo in
questo noi italiani siamo maestri.

ciao
Skumpic
Krauss
2008-03-30 20:59:36 UTC
Permalink
Post by s***@gmail.com
Sempre U.C. di Microsoft. Queste funzionalità saranno sempre più
integrate direttamente nei software in un prossimo (molto prossimo
secondo me) futuro. Quindi non ti ci giocare la casa :) perchè è
facile che tendano a "scavalcarti"
Bè, non ci vuole molto a scavalcarmi ... :-(((
Post by s***@gmail.com
Ti parlo da utente finale. Se la soluzione che mi proponi non funziona
come deve: A) non ti voglio più vedere nemmeno per cambiare le
lampadine, B) ti tartasso di chiamate, C) nun te pago, D) appena mi
parleranno di VOIP chiudo il telefono o invito la persona ad uscire.
Appunto per questo NON posso seguire il pur sacrosanto consiglio di
Virgilio.
Nel mio post, infatti, cercavo una soluzione pronta per la rivendita di
telefonia voip da mettere su un server.
Apprendo che esiste talkho. Tanto meglio! Non serve neppure avere un costoso
server in housing!

Grazie a tutti, cmq chiederò in ogni caso ad eutelia se mi rivenderebbeo del
traffico voip all'ingrosso e vi faccio sapere.
Gabriele - OneNET
2008-03-30 23:25:42 UTC
Permalink
On 30 Mar, 22:59, "Krauss"
<***@libero.invalid> wrote:
[cut]
Post by Krauss
Grazie a tutti, cmq chiederò in ogni caso ad eutelia se mi rivenderebbeo del
traffico voip all'ingrosso e vi faccio sapere.
Quanti minuti al mese pensi di poter generare ?

G.
Krauss
2008-03-31 13:54:18 UTC
Permalink
Post by Gabriele - OneNET
Post by Krauss
Grazie a tutti, cmq chiederò in ogni caso ad eutelia se mi rivenderebbeo del
traffico voip all'ingrosso e vi faccio sapere.
Quanti minuti al mese pensi di poter generare ?
Non ne ho idea di preciso. Spero, dopo una iniziale propaganda, di arrivare
almeno a 10'000.
Ho guardato con attenzione talkho e mi pare un pò troppo incasinato oltre
che CARO!
Ho mandato una mail al mio consulente ufficiale eutelia, spero che non ci
sia rimasto troppo male quando gli ho risposto picche per diventare
riventitore di ADSL a 10 euro una tantum, e che mi fornisca un buon listino
rivenditore per il solo voip.
Tra l'altro, noto che la versione premium di pbxes potrebbe fare al caso
mio, almeno in una fase iniziale.
Vedo anche che non esiste una vera convenienza per le chiamate ai cellulari,
con nessun operatore voip. Quindi sarebbe di interessante implementazione
successiva un sistema gsmbox con la vantaggiosa tariffa tuttocompreso
unlimited di tim.

Se a qualcuno del settore interessa collaborare ... sono quà.
Intanto aspetto la risposta di eutelia.
Gabriele - OneNET
2008-03-31 14:12:26 UTC
Permalink
On 31 Mar, 15:54, "Krauss"
Post by Krauss
Post by Gabriele - OneNET
Post by Krauss
Grazie a tutti, cmq chiederò in ogni caso ad eutelia se mi rivenderebbeo del
traffico voip all'ingrosso e vi faccio sapere.
Quanti minuti al mese pensi di poter generare ?
Non ne ho idea di preciso. Spero, dopo una iniziale propaganda, di arrivare
almeno a 10'000.
E' poco, spero tu abbia dimenticato uno zero :)
[cut]

10.000 minuti = 166,6 ore = 5,5 ore al giorno.
Se vuoi rivendere traffico devi trovare clienti che telefonano di
più...

G.
Krauss
2008-03-31 14:23:08 UTC
Permalink
10.000 minuti = 166,6 ore = 5,5 ore al giorno.
Se vuoi rivendere traffico devi trovare clienti che telefonano di
più...

A me a dire il vero sembrava un traguardo. Considerando che lo proporrei a 5
aziende di cui:
3 - rtg base telecom
1 - ISDN telecom
1 - Fastweb

Cmq si spera sempre nel futuro. Finchè una cosa non è operativa non è
pubblicizzabile.

Marco
2008-03-31 13:33:29 UTC
Permalink
Virgilio Lattanzi ha scritto:
è un piacere risentire il mio compaesano dopo tanto tempo.
Post by Virgilio Lattanzi
La telefonia IP nelle aziende ha senso se serve
ad essere più produttivi, più efficienti nel rapporto con i
clienti, più rapidi nell'implementazione di soluzioni, se insomma
porta una rivoluzione nella comunicazione simile a quella che
si è avuta con l'introduzione dei PC quando si è passati
dalla macchina da scrivere e la calcolatrice a WordStar e
Visicalc. Vuol dire il contrario di quello che fai tu,
cioè un qualcosa di molto invasivo che deve cambiare,
e di parecchio, le abitudini di chi lavora in azienda.
detto in parole semplici, alle aziende qua attorno serve che sia
semplice, abbastanza efficace e faccia risparmiare qualcosina...
Post by Virgilio Lattanzi
Arriva la telefonata e chi chiama inserisce il proprio
codice personale. Si apre la scheda del cliente sul PC
dell'operatore che, prima di rispondere, sa già chi c'è
dall'altra parte, cosa gli deve chiedere, come lo deve
insultare se non ha pagato le fatture o quante volte
gli deve chiedere scusa se nessuno l'ha ancora richiamato.
Caro virgilio, le aziende qua attorno non sono "tedesche" e non ci sono
certo tutte le fatture nel crm...
Post by Virgilio Lattanzi
Il venditore ha una mappatura di clienti da contattare,
salvata in un qualche formato elettronico. Non c'è bisogno
che sia lui a fare i numeri perdendo tempo nella digitazione,
tra errori, occhiali da presbite, numeri occupati o squilli
a vuoto. Ci pensa il sistema che ti passa la chiamata solo
quando qualcuno c'è e risponde.
poveri operatori Fastweb! mi fanno pena!
Post by Virgilio Lattanzi
Sono due esempi fra le decine che si possono fare,
cose che valgono molto di più dei centesimi sulle urbane
o sulle nazionali, per i quali esistono già i commerciali
Telecom con cui trattare i prezzi o gli operatori come Tele2
e similari. Uno studio di commercialisti o di avvocati,
un sistema di reportistica per gestire i centri di costo
ed addebitare ad ogni cliente il tempo passato al
telefono, te lo paga migliaia di euro senza grossi problemi
e ti porti a casa contratti di manutenzione proporzionali.
aspetta... vacci piano...
Post by Virgilio Lattanzi
Fallo con Voispeed, fallo con Asterisk, usa quello che ti
pare, ma le rivoluzioni non si fanno in punta di piedi.
Il messaggio deve essere che la telefonia IP in azienda
non serve a scimmiottare quella tradizionale, perché allora
mi tengo quella tradizionale che, come dicono a Milano,
ha ancora il suo perché. Passo alla telefonia IP, che in
quanto migrazione, è sempre un'operazione traumatica e
costosa, se ne vale la pena. E ne vale la pena solo se
la telefonia diventa un elemento attivo dei processi
produttivi. E' questo che puoi e devi venderti.
aziende che risolvono i problemi per aziende cienti...meglio di
Promindustria! e non dirmi che non sa cho è...
Post by Virgilio Lattanzi
Le telefonate gratis falle vendere a qualcun'altro.
Vostro onore, mi oppongo! un'azienda relativamente grande che opera nel
settore del fashion giovanile con diversi brand e relative catene di
negozi (ci siamo capiti)ha portato tutto in voip o quasi, anche le
filiali (usano telefoni cisco, ndr). Tutto ciò già nel 2005 / 2006,
quando si era ai primi alori di questa tecnologia, e non c'erano gli
strumenti odierni.
Post by Virgilio Lattanzi
Ciao e buon lavoro,
Kandy71
2008-03-29 16:45:49 UTC
Permalink
On 28 Mar, 12:49, "Krauss"
Post by Krauss
Ciao a tutti,
consigliando a destra ed a manca i vari servizi voip, specie di eutelia e
betamax, mi rendo conto che non ci guadagno niente se non la vendita
dell'ATA. Poi le rotture al telefono, poi non ci capiscono e poi e poi.
Dai un occhiata qui
http://www.talkho.it/WholesaleRivenditori/tabid/99/language/it-IT/Default.aspx

magari è quello che cerchi
Krauss
2008-03-30 00:58:26 UTC
Permalink
http://www.talkho.it/WholesaleRivenditori/tabid/99/language/it-IT/Default.aspx

A prima vista è interessante. Ci dò un'occhio domani a mente fresca.
Continua a leggere su narkive:
Loading...